IMG-20170521-WA0001 IMG-20170521-WA0000Non solo Vacanze, festeggia con noi anche i tuoi Eventi speciali. In una location calda ed accogliente saremo lieti di organizzare gli Eventi che desideri cercando di soddisfare le Tue richieste

eur-cascate-0210Dopo 56 anni riapre il Giardino delle cascate dell’Eur. Si presentera’ come i giardini di Versailles con fontane che zampillano, scogliere , pietre naturali e piante di ogni specie.

Gioiello di progettazione paesaggistica, disegnato dall’architetto Raffaele De Vico, è rimasto chiuso e nascosto per quasi sessant’anni. Oggi dopo una adeguata messa in sicurezza ed una riqualificazione delle aree verdi viene restituito ai cittadini ed ai turisti che vorranno visitarlo

Tali opere, che furono sottoposte a una prima ristrutturazione nel 2003 e un’altra più approfondita a fine decennio, hanno il duplice scopo di garantire il necessario apporto di ossigeno all’ecosistema costituito dal laghetto,Nel parco circostante al lago sorgono diverse infrastrutture costruite in occasione dei giochi olimpici che Roma ospitò nel 1960: sulla collina che sovrasta il lago si trova il Palazzo dello Sport (1958-60), opera di Pier Luigi Nervi e Marcello Piacentini, mentre sul fronte nord occidentale del bacino si trova la Piscina delle Rose (idem), che ospitò alcune gare del torneo olimpico di pallanuoto.

 

La strada pedonale e ciclabile che attraversa il parco si chiama Passeggiata del Giappone in onore di tale Paese il cui allora primo ministro, Nobusuke Kishi, in visita ufficiale in Italia nel luglio 1959, donò a Roma a nome del proprio governo 2 500 sakura (prunus serrulata ), ciliegi giapponesi da fiore molti dei quali piantati proprio nel parco dell’EUR.

 parco-centrale-del-lagoAl riguardo, è invalsa da qualche anno l’abitudine di celebrare anche a Roma un’usanza tipicamente nipponica, l’hanami (ovvero “ammirazione dei fiori”), che avviene nel periodo di fioritura dei sakura (metà marzo — inizio aprile) e consiste nel passeggiare sotto tali alberi e sovente consumare un pic nic all’ombra degli stess non manca chi celebra l’hanami vestendo il kimono, abito tradizionale del Giappone

After 56 years the Garden of the Cascades of the Eur reopens. It will be presented as the gardens of Versailles with fountains that spring, cliffs, natural stones and plants of every species.

Landscape design jewel, designed by architect Raffaele De Vico, has been closed and hidden for almost sixty years. Today, after adequate security and redevelopment of green areas is returned to citizens and tourists who want to visit it

These works, which were subjected to a first refurbishment in 2003 and another more thorough at the end of the decade, have the dual purpose of ensuring the necessary oxygen supply to the pond ecosystem. In the park surrounding the lake there are several infrastructures built in The occasion of the Olympic Games that Rome hosted in 1960. The Palace of Sport (1958-60), Pier Luigi Nervi and Marcello Piacentini, is located on the hill above the lake, while the north of the basin is the Rose Swimming Pool (Idem), which hosted some Olympic water polo races.

The pedestrian and cycling road that crosses the park is called the Promenade of Japan in honor of that country whose then prime minister, Nobusuke Kishi, on his official visit to Italy in July 1959, gave to Rome on behalf of his government 2 500 sakura (prunus Shrubs), Japanese flower cherries, many of which are planted right in the park of the EUR.

About it, for some years now has been used to celebrate in Rome a typically Japanese custom, the hanami (or “admiration of flowers”), which takes place in the flowering period of sakura (half March – early April) and consists of strolling under these trees and often consuming a picnic in the shadow of the stess is also missing who celebrates the hanami dressing kimono, the traditional dress of Japan

 

 

1 imgresDal 13 Aprile al 30 Ottobre 2017 torna l’ormai consueto appuntamento Viaggio nei Fori: al Foro di Augusto e al Foro di Cesare 2 storie e 2 percorsi a cura di Piero Angela e Paco Lanciano, dal 13 aprile al 30 ottobre 2017 e disponibili in 8 lingue.
Gli spettatori saranno accompagnati dalla voce di Piero Angela e da filmati e ricostruzioni che mostreranno i luoghi così come si presentavano nell’antica Roma: una rappresentazione emozionante e ricca di informazioni di rigore storico e scientifico.

PRENOTA FORO DI CESARE

PRENOTA FORO DI AUGUSTO

Biglietti
Singolo spettacolo:
Intero € 18.00 spese d´agenzia incluse
Ridotto € 12.50 spese d´agenzia

Combinato Foro di Cesare + Foro di Augusto:
Intero € 29.50 spese d´agenzia incluse
Ridotto € 21.00 spese d´agenzia incluse

Sarà possibile assistere ai due spettacoli tutte le sere.

Grazie ad appositi sistemi audio con cuffie gli spettatori potranno ascoltare la musica, gli effetti speciali e il racconto di Piero Angela in 8 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese).

La Roma di Cesare e di Augusto torna a vivere in tutta la sua suggestione grazie ai “Viaggi nell’antica Roma”, 2 storie e 2 percorsi promossi da Roma Capitale– Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e prodotti da Zètema Progetto Cultura. L’ideazione e la cura sono di Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso e con la Direzione Scientifica della Sovrintendenza Capitolina.

Un’iniziativa, partita nel 2014 con il Foro di Augusto e ampliata nel 2015 con il Foro di Cesare, che anche lo scorso anno ha raggiunto un successo straordinario con 158.000 spettatori provenienti da ogni parte del mondo e con un altissimo gradimento complessivo. 

Il progetto “Viaggi nell’antica Roma” racconta il Foro di Augusto e il Foro di Cesare partendo da pietre, frammenti e colonne presenti, con l’uso di teconologie all’avanguardia. Gli spettatori vengono accompagnati dalla voce di Piero Angela e da magnifici filmati e ricostruzioni che mostrano i luoghi così come si presentavano nell’antica Roma: una rappresentazione emozionante ed allo stesso tempo ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico.

Due storie e due percorsi nell’antica Roma da vivere separatamente ma anche in forma combinata nella stessa serata o in due serate diverse.

Grazie ad appositi sistemi audio con cuffie gli spettatori possono ascoltare la musica, gli effetti speciali e il racconto di Piero Angela in 8 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese).

Le modalità di accesso ai due spettacoli sono differenti. Per il “Foro di Augusto” sono previste tre repliche secondo il calendario pubblicato (durata 40 minuti) mentre per il “Foro di Cesare” è possibile accedere ogni 20 minuti secondo il calendario pubblicato (percorso itinerante in quattro tappe, ciascuna della durata di circa 10 minuti e per la durata complessiva di circa 50 minuti, inclusi i tempi di spostamento).

Possibilita’ di taxi privato su richiesta

From April 13 to October 30, 2017 returns the now customary appointment Journey into Holes: the Forum of Augustus and the Forum of Caesar 2 stories and 2 curated pathways Piero Angela and Paco Lanciano, from April 13 to October 30, 2017 and available in 8 languages.
Viewers will be accompanied by the voice of Piero Angela and movies and reconstructions that show places as they looked like in ancient Rome: an exciting and informative representation of historical and scientific rigor.

BOOK FORUM OF CAESAR

BOOK FORUM OF AUGUSTUS
tickets
Entertainment Single:
Full € 18.00 d’agenzia fees included
Reduced € 12.50 d’agenzia expenses

Combined Caesar’s Forum + Forum of Augustus:
Full € 29.50 d’agenzia fees included
Reduced € 21.00 d’agenzia fees included

You can attend the two shows every night.

Thanks to special audio systems with viewers headphones can listen to music, special effects and the story of Piero Angela in 8 languages ​​(Italian, English, French, Russian, Spanish, German, Chinese and Japanese).

The Rome of Caesar and Augustus comes back to life in all its charm thanks to “Travel in Ancient Rome”, 2 stories and 2 routes promoted by Rome-capital Superintendent Capitolina Cultural Heritage and produced by Zètema Culture Project. The design and care are of Piero Angela and Paco Lanciano with the historic collaboration of Gaetano Capasso and the Scientific Director of the Superintendent Capitolina.

Initiative, which started in 2014 with the Forum of Augustus and enlarged in 2015 with the Forum of Caesar, who even last year reached an extraordinary success with 158,000 spectators from all over the world and with a very high overall enjoyment.

The “Travel in Ancient Rome” project tells the Forum of Augustus and the Forum of Caesar, starting from stones, fragments and columns, with the use of cutting-edge teconologie. Viewers are accompanied by the voice of Piero Angela and a magnificent footage and reconstructions that show places as they looked like in ancient Rome: a thrilling performance and at the same time full of information of great historical and scientific rigor.

Two stories and two routes in ancient Rome to live separately but also in combined form in the same evening or on two separate evenings.

Thanks to special audio systems with viewers headphones can listen to music, special effects and the story of Piero Angela in 8 languages ​​(Italian, English, French, Russian, Spanish, German, Chinese and Japanese).

The modalities of access to the two shows are different. For the “Forum of Augustus” there are three replicas according to the published schedule (40 minutes) while the “Forum of Caesar,” you can access every 20 minutes according to the published schedule (itinerary in four stages, each lasting about for 10 minutes and the total duration of about 50 minutes, including travel time).

Possibility ‘of private taxi on request

imgresI Simple Minds sono un gruppo musicale scozzese, considerati uno dei più rappresentativi e influenti degli anni ottanta e novanta. In oltre trentacinque anni di carriera hanno venduto circa 60 milioni di copie.Il gruppo viene fondato a Glasgow nel 1977, su iniziativa del cantante Jim Kerr e del chitarrista Charlie Burchill.

Dal prossimo aprile i SIMPLE MINDS saranno per la prima volta impegnati in un tour acustico in Italia per celebrare la pubblicazione dell’album SIMPLE MINDS ACOUSTIC in uscita il prossimo 11 novembre. Un’occasione unica ed irripetibile dove performeranno i brani più celebri della loro carriera in chiave acustica in 6 dei più importanti teatri italiani: il 21 Aprile 2017 al Teatro Colosseo di Torino, il 22 Aprile 2017 al Teatro delle Muse di Ancona, il 23 Aprile 2017 all’Auditorium Conciliazione di Roma, il 25 Aprile 2017 al Teatro Manzoni di Bologna, il 26 Aprile 2017 al Teatro Verdi di Firenze e il 27 Aprile 2017 al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Special guest di tutte le date italiane: KT Tunstall.

Di successo in successo i SIMPLE MINDS sono oggi più che mai una band di rilievo – è del 2014 l’album BIG MUSIC che Mojo ha definito: “Il miglior album dei Simple Minds degli ultimi 30 anni” – e continuano oggi nella propria ricerca artistica con il progetto SIMPLE MINDS ACOUSTIC. Senza mai perdere la loro essenza e anima celtica la band ri-immagina le canzoni più celebri con una nuova veste frutto dell’eclettismo che da sempre contraddistingue la loro illustre carriera.

Band icona, artefici di alcuni dei brani più innovativi e duraturi della storia della musica rock, i SIMPLE MINDS sono stati da più parti definiti come una delle migliori band live al mondo. Alla vigilia della partenza del nuovo tour c’è una grande attesa di vederli dal vivo sul palco in questa versione, per un’esperienza unica e memorabile con una grande lineup ed una scaletta energica ed emozionante come non mai.

Possibilita’ di taxi privato su richiesta

Simple Minds are a Scottish band, considered one of the most representative and influential of the eighties and nineties. In over thirty-five year career they have sold about 60 million copie.Il group was founded in Glasgow in 1977 at the initiative of the singer Jim Kerr and guitarist Charlie Burchill.

From next April, SIMPLE MINDS will for the first time engaged in an acoustic tour in Italy to celebrate the release of SIMPLE MINDS ACOUSTIC be released on November 11th. A unique opportunity and unrepeatable where performeranno the most famous songs of their career in acoustic in 6 of the most important Italian theaters: April 21, 2017 at the Teatro Colosseo Torino, April 22, 2017 at the Teatro delle Muse in Ancona, April 23 2017 at the Auditorium Conciliazione in Rome, April 25, 2017 at the Teatro Manzoni in Bologna, April 26, 2017 at the Teatro Verdi in Florence, April 27, 2017 at the Teatro degli Arcimboldi. Special guest of all Italian dates: KT Tunstall.

From success to success the SIMPLE MINDS are now more than ever an important band – is the 2014 BIG MUSIC album Mojo called: “The best album of Simple Minds in 30 years” – and continue today in their artistic research with the project SIMPLE MINDS ACOUSTIC. Without losing their essence and soul of the Celtic band re-imagines the most famous songs with a new look the result of eclecticism that distinguishes their illustrious career.

Band icon, makers of some of the most innovative and enduring songs in the history of rock music, SIMPLE MINDS were defined by multiple parties as one of the best live bands in the world. On the eve of the start of the new tour is a great expectation to see them live on stage in this version, for a unique and memorable experience with a great lineup and an energetic and exciting lineup than ever.

Possibility ‘of private taxi on request

giorgia-bigliettiLa bravissima Giorgia Todrani, comunemente conosciuta come Giorgia (Roma, 26 aprile 1971), è una cantautrice e produttrice discografica italiana. La sua voce è ritenuta come una delle più dotate della storia musicale italiana per capacità tecniche: la sua naturale attitudine per il jazz e per il soul le hanno permesso di sviluppare una tecnica vocale elevata e poliedrica nel corso della sua carriera, permettendole di potersi cimentare in diversi generi musicali. In Italia è una delle artiste di maggior fama, all’estero ha raggiunto una modesta notorietà nei Paesi Bassi, in Canada e in Germania; in questi paesi, a partire dal 1995, ha pubblicato un buon numero di album, guadagnandosi anche diverse interviste sul settimanale olandese Der looper.
È stata riconosciuta come una delle più grandi interpreti del panorama internazionale da diversi artisti tra i quali Anastacia, Herbie Hancock, Elton John, Michael Bublé oltre che dalla famosa rivista statunitense Billboard, che l’ha definita «in grado di fare lo stesso successo anche negli USA». Giorgia in tutta la sua carriera ha venduto circa 6 milioni di copie, prevalentemente in Italia.

Giorgia si esibira’ al Palalottomatica di Roma il 1 e 2 Aprile 2017 per presentare il suo album “Oro nero” sua decima raccolta di inediti.

Il titolo fa subito pensare al petrolio ma è Giorgia a spiegarne la metafora: «Il petrolio può essere oro e veleno al tempo stesso. Viviamo in una società che porta a confrontarci costantemente con persone dalla doppia faccia, notizie dalla doppia faccia. In amore, poi, per qualcuno l’oro nero è ciò che prima ti ammalia e poi ti perseguita, mortifica e a volte, come accade sempre più spesso, uccide». A tutti i fan di Giorgia e non solo non resta dunque che andare al concerto e vivere questa esperienza unica!

A richiesta possibilita’ di taxi privato

Giorgia Todrani, commonly known as Giorgia (Rome, 26 April 1971), is a singer-songwriter and record producer Italian. His voice is considered as one of the most talented of the Italian musical history for technical skills: his natural aptitude for jazz and soul music have allowed it to develop a high vocal technique and multifaceted in the course of his career, allowing her to be able to challenge themselves in different musical genres. In Italy it is one of the artists most renowned abroad reached a modest notoriety in the Netherlands, Canada and Germany; in these countries, since 1995, he has released a number of albums, earning even several interviews in the weekly Der Dutch Looper.
It has been recognized as one of the greatest performers of the international scene by several artists including Anastacia, Herbie Hancock, Elton John, Michael Bublé only by the famous American Billboard magazine, who called it “able to do the same success In the USA”. Giorgia throughout his career he has sold about 6 million copies, mainly in Italy.

Giorgia will perform ‘at Palalottomatica in Rome on 1 and 2 April 2017 to present his album “Black Gold” his tenth collection of unpublished.

The title calls to mind the oil but it is Giorgia to explain the metaphor: “Oil can be gold and poison at the same time. We live in a society that leads to constantly deal with people from the double-sided, double-sided by the news. In love, then, for someone the black gold is what first captivates you and then you pursued, mortify and sometimes, as is increasingly the case, it kills. ” To all the fans of Georgia and not only remains, then, that does not go to the concert and live this unique experience!
On request possibility ‘of private taxi

58499-TCI_Palazzo_della_Farnesina_Maeci_Atrio_d_onore_2

APRE AL PUBBLICO IL PALAZZO DELLA FARNESINA

Dal 18 Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2017

ROMA

LUOGO: Palazzo della Farnesina

ENTI PROMOTORI:

  • Touring Club Italiano

SITO UFFICIALE: http://www.collezionefarnesina.esteri.it

 

COMUNICATO STAMPA:
Il Touring Club Italiano, dopo l’apertura del Palazzo del Quirinale nel 2015, si prepara ad un’importante nuova collaborazione per permettere di accogliere ilpubblico, con i suoi  Volontari per il Patrimonio Culturale, al Palazzo della Farnesina e alla raccolta d’arte contemporanea conservata nelle sale di rappresentanza e nei corridoi della sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

La Collezione Farnesina nasce nel 2000 su iniziativa dell’allora Segretario Generale Ambasciatore Umberto Vattani, per sottolineare un preciso indirizzo progettuale del Ministero, che ha fatto della ricerca artistica contemporanea un ambito d’intervento strategico della propria politica culturale.
A partire da un primo significativo nucleo di acquisizioni, che videro la commissione di un importante apparato decorativo e di numerose opere d’arte nel corso degli anni Cinquanta e Sessanta, l’operato di diversi comitati scientifici ha dato vita nel corso del tempo a una selezione che ha raccolto opere di altissimo profilo per la storia dell’arte italiana del Novecento.
Alcuni dei più famosi artisti in collezione sono: Kounellis, Novelli, Vedova, Pistoletto, Mauri, Alviani, Marini, Martini, Dorazio, Accardi, Sanfilippo, Spalletti, Merz, Rotella, Fioroni, Maselli, Varisco, Garutti, Galliani, Tirelli, Nunzio, Favelli, Ruffo e Pietrella.

Solitamente aperta solo in occasioni straordinarie, da gennaio la Collezione Farnesina si potrà ammirare ogni ultimo venerdì del mese grazie ai Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio Culturale, tra i quali molti sono studenti delle principali università romane. Le visite accompagnate si terranno dalle 10 alle 16 con prenotazione dal sito internet: www.collezionefarnesina.esteri.it.

The Italian Touring Club, after the opening of the Quirinale Palace in 2015, is preparing for an important new collaboration to allow to welcome ilpubblico, with its Volunteers for Cultural Heritage, to the Farnesina and the collection of contemporary art preserved in the boardrooms and corridors of the headquarters of the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation.

The Farnesina Collection was founded in 2000 on the initiative of the then Secretary General Ambassador Umberto Vattani to emphasize a specific design guidelines of the Ministry, which has made contemporary art an area of ​​strategic intervention of its own cultural policy.
From a first significant core of acquisitions, which saw the commission of an important decorations and numerous works of art in the course of the fifties and sixties, the work of various scientific committees has led over time to a selection who collected works of the highest profile for the history of Italian art of the twentieth century.
Some of the most famous artists in the collection are: Kounellis, Novelli, Widow, Pistoletto, Mauri, Alviani, Marini, Martini, Dorazio and Accardi, Sanfilippo, Spalletti, Merz, Wheel, Fioroni, Maselli, Varisco, Garutti, Galliani, Tirelli, Nunzio , Favelli, Ruffo and Pietrella.

Usually open only on extraordinary occasions, from January the Farnesina Collection you can admire every last Friday of the month thanks to the Italian Touring Club Volunteers for Cultural Heritage, many of whom are students of the leading universities in Rome. The visits will take place accompanied by 10 to 16 with reservations from the website: www.collezionefarnesina.esteri.it.

1 images

BEST OF SOUL TOUR

Mario Biondi arriva in concerto con il suo Best Of Soul Tour in partenza a marzo 2017. Dopo il successo di “Beyond”, certificato oro, e i sei dischi di platino conquistati negli ultimi quattro anni, con “Best Of SoulMario Biondi si conferma un artista unico nel panorama musicale italiano, godendo anche della stima del pubblico internazionale.

Il nuovo album di Mario Biondi si intitola “Best Of Soul”è uscito il 18 novembre. È un doppio disco celebrativo per festeggiare i 10 anni di carriera dove troveranno spazio i più grandi successi del cantante catanese oltre a 7 nuovi brani. Tra questi il primo singolo estratto “Do You Feel Like I Feel“, la canzone vede come autore Nicola Conte, uno tra i più celebri e innovativi artisti jazz italiani.
“Best of Soul” nasce dall’idea di celebrare l’album che ha fatto conoscere al grande pubblico Mario Biondi e vuole rendere omaggio, attraverso 22 brani, al genere musicale di cui l’artista catanese è unico rappresentante italiano nel mondo.
Da marzo 2017 Mario Biondi sarà protagonista live sui palchi dei più prestigiosi teatri italiani per un tour italiano a cui ne seguirà uno anche in Europa e in Asia. Il 6 marzo partirà dal teatro Carlo Felice di Genova il Best of Soul Tour: una lunga carrellata di esibizioni nei principali teatri e auditorium che toccherà Milano (doppia data agli Arcimboldi l’8 e 9 marzo), Cremona, Bologna, Torino, Firenze, Varese, Udine, Trieste, Parma, Brescia, Sanremo, Pistoia, Trento, Padova, Bergamo, Catania, Bari e Napoli per concludersi il 24 aprile al Parco della Musica di Roma, sala Santa Cecilia
 Col suo timbro vocale molto vicino a quello dei più noti Barry White, Isaac Hayes e Lou Rawls, Biondi dà vita a un soul jazz caldo e passionale, che sa interpretare con accenti ironici. Negli arrangiamenti dei suoi brani si nota una coloritura jazz.
Saremo lieti di ospitarvi anche in occasione di questo evento. A richiesta servizio di taxi a pagamento.
Mario Biondi arrives in concert with his Best Of Soul Tour departing in March 2017. After the success of “Beyond”, certified gold, and six platinum gained in the past four years, “Best of Soul” Mario Biondi is confirmed a single artist in the Italian music scene, also enjoying the esteem of the international public.

The new album of Mario Biondi is titled “Best of Soul” was released on November 18. It’s a double celebration disco to celebrate 10 years of career which will host the biggest successes of the singer from Catania as well as 7 new songs. Among them the first single “Do You Feel Like I Feel,” the song sees as the author Nicola Conte, one of the most celebrated and innovative Italian jazz artists.
“Best of Soul” was born to celebrate the album that has made known to the general public Mario Biondi and pays tribute, through 22 tracks, the musical genre of which the Catania artist is the only Italian representative in the world.

From March 2017 Mario Biondi will be featured live on the stages of the most prestigious Italian theaters for an Italian tour that will follow one in Europe and Asia. March 6 start from the Teatro Carlo Felice in Genoa Best of Soul Tour: a long series of performances in the main theater and auditorium that will visit Milan (double date at the Arcimboldi on 8 and 9 March), Cremona, Bologna, Turin, Florence, Varese, Udine, Trieste, Parma, Brescia, Sanremo, Pistoia, Trento, Padua, Bergamo, Catania, Bari and Naples and ends on April 24 at the Parco della Musica.

With his vocal timbre very close to that of the best known Barry White, Isaac Hayes and Lou Rawls, Biondi creates a warm, passionate soul jazz, which interprets with ironic accents. In the arrangements of his songs there is a jazz tinge.

We look forward to welcome you on the occasion of this event. A request for a fee taxi service

artemisia-gentileschi-due-giuditte-mostra-roma

Da sabato scorso, il pubblico della mostra Artemisia Gentileschi e il suo tempo, dedicata alla grande artista Artemisia Gentileschi (Roma, 1593 – Napoli, 1653), può ammirare nella stessa sala e sulla stessa parete i due celebri dipinti Giuditta che decapita Oloferne: alla versione proveniente dagli Uffizi, già in mostra, si è affiancata quella del Museo Nazionale di Capodimonte di Napoli.

La versione giunta sabato nelle sale di Palazzo Braschi (sede della mostra, a Roma) è considerata la precedente (in mostra viene datata 1617), mentre quella degli Uffizi viene fatta risalire al 1620 circa. La Giuditta che decapita Oloferne che arriva da Capodimonte viene definita dagli organizzatori “un prestito eccezionale che arricchisce lo straordinario percorso dell’esposizione
romana”. La mostra resterà aperta fino al 7 maggio (dal martedì alla domenica, ore 10-19).

La prima versione della ‘Giuditta che decapita Oloferne‘, dipinta da Artemisia Gentileschi nel 1617, e ancora più cruda e vibrante della successiva realizzata per Cosimo II dei Medici nel 1620, arriva a Roma per essere allestita nella grande mostra che celebra a Palazzo Braschi la straordinaria pittrice seicentesca. Custodita al Museo di Capodimonte, l’opera è stata affiancata a quella conservata agli Uffizi, esposta al Museo di Roma già dall’apertura della rassegna ‘Artemisia Gentileschi e il suo tempo’ (il 30 novembre), in un confronto diretto di rara suggestione e assai di rado proposto al pubblico.

La Gentileschi, in realtà pittrice grandissima, è soprattutto conosciuta e amata quale simbolo di donna capace di riscattarsi da violenze e pregiudizi, che ben si rispecchia nel soggetto di Giuditta che decapita Oloferne. Proprio nella prima versione è ancora oggi palpitante la partecipazione dell’artista a quel clima di vendetta crudele, spietata, ma giusta con cui essa ammanta la vicenda biblica, per secoli interpretata in modo assai diverso.

Since last Saturday, the audience of the exhibition Artemisia Gentileschi and his time, dedicated to the great artist Artemisia Gentileschi (Rome, 1593 – Naples, 1653), can be seen in the same room and on the same wall as the two famous paintings Judith Slaying Holofernes: the version from the Uffizi Gallery, already on display, it is accompanied by that of the National Museum of Capodimonte in Naples.

Saturday in the halls of Palazzo Braschi  in Rome was exposed the painting Judith Slaying Holofernes is considered the previous year (in the exhibition is dated 1617), while the Uffizi is traced back to 1620. Judith comes from Capodimonte is defined by the organizers “an outstanding loan that enriches the extraordinary exposure path
Roman “. The exhibition will run until 7 May (Tuesday to Sunday, 10-19 hours).

The first version of the ‘Judith Slaying Holofernes’, painted by Artemisia Gentileschi in 1617, and even more raw and vibrant of the next made for Cosimo II de’ Medici in 1620, arrives in Rome to be set up in the major exhibition celebrating the Palazzo Braschi extraordinary seventeenth-century painter. Kept in the Museum of Capodimonte, the work has been joined to the one in the Uffizi, exhibited at the Museum of Rome already from the opening of the exhibition ‘Artemisia Gentileschi and his time’ (30 November), in a direct comparison of rare beauty and very rarely offered to the public.

Artemisia, really great artist, is best known and loved as a symbol of women able to redeem himself by violence and prejudice, which is clearly reflected in the subject of Judith Slaying Holofernes. Just in the first version it is still beating the artist’s participation in the climate of cruel revenge, ruthless, but fair with which it cloaks the biblical story, for centuries interpreted very differently.

A request fee ‘private taxis possibilities

Informazioni

Luogo

Museo di Roma, sale espositive del primo piano

Orario

Dal martedì alla domenica ore 10.00 – 19.00.
24 e 31 dicembre ore 10.00-14.00
Giorni di chiusura: Lunedì, 25 dicembre, 1 maggio
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietto d’ingresso

Biglietto “solo Mostra”
€ 11,00 intero;
€ 9,00 ridotto;
€ 4,00 speciale scuola ad alunno (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni);
€ 22,00 speciale Famiglie (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni).

Lo spazio espositivo al primo piano dove è allestita la mostra, non rientra nelle gratuità della prima domenica del mese.

Acquisto online

Acquista il biglietto open in biglietteria e regalalo a chi ama l’arte italiana. #ArtemisiaRoma ti aspetta!

——————————————–

Biglietto “integrato” Museo di Roma (quando ultimati i lavori di ristrutturazione di Palazzo Braschi) + Mostra “Artemisia Gentileschi”
€ 16,00 intero per i residenti a Roma;
€ 12,00 ridotto per i residenti a Roma;
€ 17,00 intero per i non residenti a Roma
€ 13,00 ridotto per i non residenti a Roma.

 

sala-orazi-e-curiazi-300x225images

Dopo importanti lavori di restauro tornano a splendere gli affreschi della sala degli Orazi e Curiazi ai Musei Capitolini. Dipinti da Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino, raccontano alcuni episodi della più antica storia di Roma. Gli interventi sono stati resi possibili grazie al mecenate russo Alisher Usmanov, che aveva già contribuito al restauro della fontana del Quirinale e che per i Musei in piazza del Campidoglio ha devoluto 300 mila euro. I lavori hanno riguardato in particolare gli affreschi e il soffitto ligneo cassettonato realizzato nel 1884 in sostituzione di quello cinquecentesco.

I Musei capitolini costituiscono la principale struttura museale civica comunale di Roma e fanno parte del “Sistema dei Musei in comune“. Utilizzano una superficie espositiva di 12.977 mq. Si parla di “musei”, al plurale, in quanto alla originaria raccolta di sculture antiche fu aggiunta da Benedetto XIV, nel XVIII secolo, la Pinacoteca, costituita da opere illustranti soggetti prevalentemente romani.

Aperti al pubblico nell’anno 1734, sotto Clemente XII, sono considerati il primo museo al mondo, inteso come luogo dove l’arte fosse fruibile da tutti e non solo dai proprietari.

Musei Capitolini

Piazza del Campidoglio 1 – 00186 Roma
Come arrivareCalcola il percorso utilizzando la funzionalità di ATAC Roma
www.atac.roma.it

Per la versione mobile
www.muovi.roma.it

OrarioTutti i giorni 9.30-19.30
24 e 31 Dicembre 9.30-14.00
La biglietteria chiude un’ora prima

Giorni di chiusura1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

Per informazioni e prenotazioni:
+ 39 060608 (tutti i giorni 9.00 – 21.00) al costo di una telefonata urbana

PERSONE CON DISABILITÀ MOTORIE

Accesso

Ingresso dal Portico del Vignola: in Via del Tempio di Giove una rampa porta al I piano del Palazzo dei Conservatori.
Ingresso da Via delle Tre Pile 1: ascensore per Palazzo dei Conservatori e Palazzo Caffarelli.

Per utilizzare questi ingressi, normalmente chiusi al pubblico, è necessario avvertire in precedenza telefonando al n. 06-67102071.

Percorso di visita

I vari piani del Palazzo dei Conservatori e del Palazzo Nuovo sono collegati da ascensori.
Per scendere nella Galleria Lapidaria dal Palazzo Nuovo e per salire al Tabularium è possibile utilizzare dei montascale.
Per accedere alle mostre temporanee al II piano del Palazzo Caffarelli si può utilizzare l’ascensore
Chiedere al personale di custodia per l’attivazione dei montascale e per l’ascensore.

Servizi accessori 
Il museo mette a disposizione delle persone con difficoltà motorie alcune carrozzine (in numero limitato): chiedere in biglietteria o al personale di custodia.
          

PERSONE CON DISABILITÀ UDITIVE 

Videoguida in LIS – lingua italiana dei segni – con sottotitoli in italiano disponibile on-line
Guarda il video

                            

PERSONE CON DISABILITÀ VISIVE  

Percorsi attrezzati

Palazzo Nuovo
– Pannelli tattili con planimetrie a rilievo, testi in braille e disegni a rilievo di sculture del museo.
– Modelli tattili della Piazza del Campidoglio e delle facciate del Palazzo Nuovo, del Palazzo Senatorio e del Palazzo dei Conservatori (stanzette terrene).

Galleria Lapidaria e Tabularium
– Pannelli tattili con planimetrie a rilievo, testi in braille e disegni a rilievo di iscrizioni.
– Modello tattile del Palazzo Senatorio e del Tabularium ispezionabile all’interno (Galleria sotto al Tabularium) e corredato da una planimetria della piazza e del percorso.

I pannelli nelle sale possono essere utilizzati direttamente, per le ispezioni tattili dei modelli è invece necessario avvertire in precedenza telefonando al n. 06-67102071 

Servizi accessori

Guide in codice braille
Libri guida, redatti dalla Direzione dei Musei Capitolini in collaborazione con l’Associazione Museum, degli itinerari per ipovedenti e non vedenti, con testi, planimetrie e disegni essenziali stampati in caratteri leggibili con sovrapposizione in rilievo trasparente braille

A richiesta servizio di taxi privato a pagamento

After major restoration work back to shine the frescoes of the Orazi Curiazi room and the Capitoline Museums. Paintings by Giuseppe Cesari, called the Cavalier d’Arpino, said some episodes of the early history of Rome. Interventions were made possible thanks to the Russian patron Alisher Usmanov, who had already contributed to the restoration of the Quirinal fountain and for museums in Piazza del Campidoglio has donated 300,000 Euros. The work included in particular the frescoes and coffered wooden ceiling built in 1884 to replace the sixteenth century.

The Capitoline Museums are the main municipal civic museum of Rome and are part of “the communal Museum Network”. Use an exhibition area of ​​12,977 square meters. There is talk of “museums” in the plural, as the original collection of ancient sculptures was added by Benedict XIV, in the eighteenth century, the Art Gallery, consisting of works illustrating subjects predominantly Roman.

Open to the public in the year 1734, under Clement XII, are considered the first museum in the world, understood as a place where art could be enjoyed by all and not only by the owners.

Capitoline Museums
Piazza del Campidoglio 1-00186 Rome
How to get
Calculates the route using the functionality of ATAC Roma
www.atac.roma.it

For the mobile version
www.muovi.roma.it

Schedule
Daily 9:30 to 19:30
December 24 and 31 9:30 to 14:00
The ticket office closes one hour earlier

Chiusura1 days of January, May 1st and December 25th

For information and reservations:
+ 39 060608 (daily from 9:00 to 21:00) at the cost of a local call

PEOPLE WITH DISABILITIES MOTORIE
Access

Entrance from the Vignola Portico of the Temple of Jupiter in Via a ramp leads to the first floor of the Palace of the Conservatives.
Entrance Via delle Tre Pile 1: lift to Palace of the Conservatives and Palazzo Caffarelli.

To use these inputs, normally closed to the public, it is necessary to warn earlier by telephone at. 06-67102071.

Visit Route

The various floors of the Palace of the Conservatives and the New Palace are connected by lifts.
To go down in the Lapidary Gallery and the New Palace to climb to the Tabularium you can use the stairlift.
To access the temporary exhibitions on the second floor of the Palazzo Caffarelli you can use the lift
Ask the custodial staff for the activation of the stairlift and for the elevator.

Additional services
The museum makes available to people with mobility difficulties some wheelchairs (limited): ask at the ticket office or custodial staff.
PEOPLE WITH DISABILITIES HEARING
Videoguide in LIS – Italian Sign Language – with Italian subtitles available online
Watch the video

 

PEOPLE WITH DISABILITIES VISUAL
guided trails

New Palace
– Touch Panels with relief plans, texts in Braille and embossed designs of the museum’s sculptures.
– Tactile models of the Piazza del Campidoglio and façades of the Palazzo Nuovo, the Senatorial Palace and the Palace of the Conservatives (earthly small rooms).

Lapidary and Tabularium Gallery
– Touch Panels with relief plans, texts in Braille and embossed designs of inscriptions.
– Tactile model of Palazzo Senatorio and of the Tabularium inspected within (Gallery beneath the Tabularium), and accompanied by a plan of the square and the path.

The panels in the halls can be used directly, for tactile inspections of the models is however necessary to warn earlier by telephone at. 06-67102071.

Additional services

Guides in braille
Guide books, prepared by the Directorate of the Capitoline Museums in collaboration with the Museum Association, the routes for the visually impaired and blind, with texts, plans and basic designs printed in legible characters with clear braille significant overlap

A request fee private taxi service

images 1

Visite guidate al Giardino giapponese di Roma: date e info per prenotarsi

Orari, date e modalità di prenotazione delle visite guidate ad uno dei gioielli verdi nel cuore di Roma, il Giardino giapponese, situato all’interno dell’omonimo Istituto di cultura.

Il Giardino giapponese di Roma, situato all’interno dell’Istituto della cultura nipponica della Capitale, è un piccolo gioiello verde nel cuore della città, visitato ogni anno da centinaia di migliaia di cittadini e turisti. Realizzato dal noto architetto Ken Nakajima, nel giardino, il primo in Italia di questo genere, compaiono tutti gli elementi essenziali e tradizionali del giardino di “stile sen’en”, con il suo laghetto, il ponticello e la lampada di pietra, tôrô.

Numerose le piante ospitate, tra cui il ciliegio, il glicine, gli iris e i pini nani. Per tutti i curiosi, è possibile visitare questo luogo magico previa prenotazione. Uno dei luoghi più incantevoli per ammirare il giardino è la veranda (tsuridono), da cui si può godere di una piacevole vista. Ecco, allora, tutte le informazioni necessarie per trascorrere una giornata nel Giardino giapponese di Roma.

L’Istituto giapponese di Cultura, presso cui si trova il famoso Giardino, è situato in via Antonio Gramsci 74. Arrivarci è facile, soprattutto con i mezzi pubblici: si può infatti prendere la linea A (Rossa) della metropolitana e scendere alla fermata Flaminio, uno tra i tram 3 e 19 e scendere alla fermata Belle Arti, e infine la linea degli autobus numero 52 fino a Don Manzoni e il numero 982 fino a Buozzi/Don Manzoni. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito internet dedicato oppure chiamare il numero 06.3224794.

Visite guidate al Giardino giapponese di Roma: prezzi e orari
L’Istituto giapponese di Cultura di Roma e il relativo Giardino sono aperti tutto l’anno, tranne nei mesi di luglio e agosto e durante le vacanze di Natale. Per visitarli, è necessario prenotarsi solo ed esclusivamente chiamando al numero di telefono 06.94844655, attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 12:30 e dalle 13.30 alle 17:30, il sabato dalle 09:30 alle 13:00. Gli orari e i giorni disponibili sono comunicati mese per mese sulla pagina del sito internet dedicato. In genere, comunque, almeno per i mesi di febbraio e marzo 2017, si tengono il venerdì, il sabato, il martedì e il giovedì ogni 30 minuti. Si ricorda che la prenotazione non è cedibile, si possono prenotare gli ingressi per massimo 5 persone alla volta ed è gradita la cancellazione in caso di impossibilità a partecipare. La visita guidata, così come tutte le attività dell’Istituto, è gratuita. È vietato l’accesso ai cani e non è possibile introdurre cibi o bevande.

Guided tours of the Japanese Garden of Rome: dates and info to book

Times, dates and how to book guided tours to one of the green jewels in the heart of Rome, the Japanese Garden, located within the homonymous Cultural Institute.

The Japanese Garden of Rome, located in the Institute of Culture of the Japanese capital, is a small green jewel in the heart of the city, is visited every year by hundreds of thousands of citizens and tourists. Created by the renowned architect Ken Nakajima, in the garden, the first of its kind in Italy, appear all the essential and traditional elements of the “sen’en style garden”, with its pond, the bridge and the stone lamp, Taurus.

Hosted numerous plants, including the cherry, wisteria, iris and dwarf pines. For all curious, you can visit this magical place by reservation. One of the most beautiful places to admire the garden is the veranda (tsuridono), from which you can enjoy a pleasant view. Here, then, all the information necessary to spend a day in Rome Japanese garden.

The Japanese Cultural Institute, that was next to the famous Garden, is located in Via Antonio Gramsci 74. Getting there is easy, especially with the public transport: you can indeed take Line A (Red) subway and get off at Flaminio , one of the tram 3 or 19 and get off at the Fine Arts, and finally the line of number 52 bus to Don Manzoni and the number 982 to Buozzi / Don Manzoni. For more information please visit the website or call the dedicated number 06.3224794.

Guided tours of the Japanese Garden of Rome: Prices and schedules
The Japanese Cultural Institute in Rome and its garden are open all year, except during July and August and during the Christmas holidays. To visit them, you must book exclusively by calling the number 06.94844655 telephone, from Monday to Friday from 09:00 to 12:30 and from 13:30 to 17:30, on Saturdays from 09:30 to 13:00. The hours and the days available are communicated monthly on the dedicated internet site. Typically, however, at least for the months of February and March 2017 are held on Fridays, Saturdays, Tuesdays and Thursdays every 30 minutes. Please note that the booking is not transferable, you can book for up to 5 people at a time and input is appreciated the cancellation in case of impossibility to participate. The guided tour, as well as all the activities of the Institute, is free. It is forbidden the access to dogs and you can not bring food or drinks.

123