2 1Giardino di Ninfa, riapre al pubblico uno dei monumenti naturali più belli d’Italia.

Il Giardino di Ninfa è un monumento naturale situato nel territorio del comune di Cisterna di Latina, al confine con Norma e Sermoneta, nel Lazio. Si tratta di un tipico giardino all’inglese, ideato da Gelasio Caetani nel 1921, nell’area della scomparsa cittadina medioevale di Ninfa, di cui oggi rimangono soltanto diversi ruderi, alcuni dei quali restaurati durante la creazione del giardino. La buona notizia è che, nel mese di aprile, il Giardino di Ninfa riaprirà.

Una splendida novità per gli amanti della natura e dei paesaggi spettacolari. Il Giardino di Ninfa sarà aperto al pubblico in alcune date stabilite. L’ingresso sarà regolato tramite visite guidate con l’obiettivo di tutelare il fragile equilibrio ambientale della splendida flora del giardino inglese. Dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000, al fine di tutelare il giardino storico, l’habitat costituito dal fiume Ninfa, lo specchio lacustre da esso formato e le aree circostanti costituiscono la naturale cornice protettiva dell’intero Parco Naturale Pantanello.

L’apertura del Giardino ad aprile
Quest’anno l’apertura del Giardino di Ninfa ci sarà in ad aprile. Lo spettacolare giardino sarà, infatti, visitabile il 1 e il 2 aprile. A seguire le aperture del 9, 16, 17, 23, 25 e 30, tra cui le festività Pasquali e dei ponti. Nel mese di maggio il Giardino di Ninfa sarà aperto nei giorni: 1, 6, 7, 14, 21, 28. A giugno: 2, 3, 4, 18. Nel mese di luglio sarà, invece, accessibile il 1 e il 2, ad agosto 5, 6 e 15. Il calendario di settembre prevede l’apertura del Giardino di Ninfa nei giorni 2 e 3, mentre ad ottobre il 7 e l’8. A novembre solo il 5.

Una flora unica al mondo
All’interno del giardino di Ninfa si incontrano diverse varietà di magnolie decidue, betulle, iris palustri e una sensazionale varietà di aceri giapponesi, inoltre a primavera i ciliegi e meli ornamentali fioriscono in maniera spettacolare. Fra le oltre 1300 piante è possibile ammirare negli otto ettari di giardino ci sono i viburni, i caprifogli, i ceanothus, gli agrifogli, le clematidi, i cornioli, le camelie. Molte varietà di rose rampicanti sono sostenute dalle rovine ed estendono i lunghi rami vigorosi sugli alberi quali:  Rosa banksiae banksiae, RosaTausendshön, Rosa ‘Mme. Alfred Carriere’, Rosa filipes ‘Kiftsgate’, Rosa ‘Gloire de Dijon’, Rosa ‘Climbing Cramoisi Supérieur’. Il clima particolarmente mite di Ninfa permette anche la coltivazione di piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i banani.

Garden of Ninfa, reopens to the public one of the most beautiful natural sights of Italy.

The Garden of Ninfa is a natural monument located in the municipality of Cisterna di Latina, on the border with Norma and Sermoneta, Lazio. It is a typical English garden, designed by Gelasius Caetani in 1921, in the disappearance medieval town of Ninfa, of which today remain only several ruins, some of them restored when creating the garden. The good news is that, in April, the Gardens of Ninfa reopen.

A stunning news for lovers of nature and spectacular scenery. The Garden of Ninfa will be open to the public in certain fixed dates. The entrance will be regulated through guided tours in order to protect the fragile environment of the beautiful flora of the English garden. Declared a Natural Monument by the Region Lazio in 2000, in order to protect the historic garden, the habitat consists of the Ninfa River, the surface of the lake formed by it and the surrounding areas are the natural protective frame of the entire Natural Park Pantanello.

The opening of the Garden in April
This year the opening of the Garden of Nymph will be in April. The spectacular garden will be, in fact, visited on 1 and 2 April. Following the openings 9, 16, 17, 23, 25 and 30, including the Easter holidays and bridges. In May the Gardens of Ninfa will be open on days 1, 6, 7, 14, 21, 28. 1 and 2 In June: 2, 3, 4, 18. In the month of July will, however, accessible , August 5, 6 and 15. the September calendar provides for the opening of the Garden of Nymph on days 2 and 3, to October 7 and 8. At only 5 November.

A unique flora in the world
Within the Ninfa meet several varieties of deciduous magnolia garden, birch, yellow iris and a sensational variety of Japanese maples also spring the cherry trees and ornamental apple trees bloom in spectacular fashion. Among the more than 1,300 plants you can be admired in the eight hectares of the garden there are the viburnum, the honeysuckle, the ceanothus, holly trees, clematis, the dogwood, the camellias. Many varieties of climbing roses are supported by the ruins and extend long vigorous branches on trees such as: Rosa banksiae banksiae, RosaTausendshön, Rosa ‘Mme. Alfred Carriere ‘, Rosa filipes’ Kiftsgate’, Rosa ‘Gloire de Dijon’, Rosa ‘Climbing Cramoisi Supérieur’. The mild climate of Ninfa also allows the cultivation of tropical plants like avocado, gunnera manicata South America and the banana trees.

 

picasso_images_le_opere_l_artista_il_personaggio_largePicasso images. Le opere, l’artista, il personaggio
„Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio“

Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio
Circa duecento fotografie sono il nucleo forte di Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio. La mostra delinea in modo inedito non solo il percorso di un artista eccezionale, ma anche il ritratto più intimo di un uomo che ha saputo costruire la propria fama mondiale. La ricca selezione di immagini è accompagnata da una significativa scelta di opere grafiche, sculture e dipinti provenienti dal Musée national Picasso-Paris che ne inquadrano l’evoluzione artistica.“Informazioni

Picasso images. The works, the artist, the character
“About two hundred photographs are at the core of Picasso images. The works, the artist, the character. The exhibition outlines in new ways not only the path of an exceptional artist, but also the most intimate portrait of a man who has built its worldwide fame. The rich selection of images is accompanied by a significant selection of graphic works, sculptures and paintings from the Musée National Picasso Paris-that frame the artistic evolution. “Information

INFO

Museo dell’Ara Pacis, Spazio espositivo Ara Pacis

Orario

14 ottobre 2016 – 19 febbraio 2017
Tutti i giorni 9.30-19.30
24 e 31 dicembre 9.30-14.00
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietto d’ingresso

Biglietto “solo mostra”:
– intero: € 11,00 biglietto “solo mostra” intero;
– ridotto: € 9,00 biglietto “solo mostra” ridotto;
– solo mostra “speciale scuola”: € 4,00 ad alunno (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni);
– solo mostra “speciale Famiglia”: € 22,00 (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni);

Biglietto integrato Museo dell’Ara Pacis + Mostra (per non residenti a Roma):
– intero: € 17,00
– ridotto: € 13,00

Biglietto integrato Museo dell’Ara Pacis + Mostra (per residenti a Roma):
–  intero € 16,00
–  ridotto € 12,00

Biglietto ridotto mostra:
– cittadini EU di età compresa tra i 6 e i 25 anni;
– insegnanti;
– giornalisti previa esibizione di documento comprovante l’attività professionale svolta;
– possessori RomaPass (dal 3° ingresso);
– possessori Mastercard;

Biglietto gratuito mostra:
– bambini fino a 6 anni;
– portatore handicap e accompagnatore;
– guide turistiche dell’Unione Europea;
– interpreti turistici dell’Unione Europea;
– soci ICOMOS, membri ICOM e ICCROM e degli istituti di cultura stranieri e nazionali quali Accademia dei – Lincei, Istituto Studi Romani, Amici dei Musei di Roma;
– possessori RomaPass (primi 2 ingressi).

I visitatori di questa mostra, potranno entrare con un biglietto ridotto alla mostra “Fotografia. Festival Internazione di Roma, XV edizione” presso il Macro di Via Nizza, presentando in biglietteria la ricevuta o il biglietto di ingresso alla mostra di Picasso.

Speciale Ara: ingresso ridotto con il biglietto dell’evento     ”L’Ara com’era”

*********************************
Biglietto “solo museo
Intero € 10,50
Ridotto € 8,50
Per i cittadini residenti nel Comune di Roma (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero € 8,50
Ridotto € 6,50
Gratuità e riduzioni

*********************************

Acquisto online
Per i Musei Capitolini e il Museo dell’Ara Pacis è sufficiente presentare la ricevuta stampata al controllo accessi, senza passare in biglietteria.

Prenotazioni

Informazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00-21.00)

samuele-bersani-biglietti Samuele Bersani in Concerto.

Manca poco ormai al ritorno live di Samuele Bersani. Dal prossimo 21 febbraio (con partenza da Roma) l’artista tornerà in concerto nelle principali città italiane con “La fortuna che abbiamo Tour”, la nuova tournée prodotta da F&P Group che prende il nome dall’ultimo progetto discografico dell’artista, uscito lo scorso giugno e sin dal debutto al vertice delle classifiche.

Le date:
14 ottobre Padova, Gran Teatro Geox – POSTICIPATO AL 25 FEBBRAIO
15 ottobre Bologna, Teatro Il Celebrazioni – POSTICIPATO AL 15 MARZO
18 ottobre Bergamo, Creberg Teatro – POSTICIPATO AL 23 FEBBRAIO
21 ottobre Milano, Teatro degli Arcimboldi – POSTICIPATO AL 27 FEBBRAIO
23 ottobre Roma, Auditorium Parco della Musica – POSTICIPATO AL 21 FEBBRAIO
25 ottobre Firenze, Teatro Puccini – POSTICIPATO AL 12 MARZO
28 ottobre Bari, Teatro Palazzo – POSTICIPATO AL 4 MARZO
29 ottobre Cosenza, Teatro Rendano – POSTICIPATO AL 7 MARZO
31 ottobre Catania, Teatro Metropolitan – POSTICIPATO AL 6 MARZO
5 novembre Torino, Teatro Colosseo POSTICIPATO ALL’1 MARZO
7 novembre Genova, Teatro Politeama – POSTICIPATO AL 14 MARZO
16 febbraio Fermo, Teatro dell’Aquila

Un ritorno molto atteso che arriva a tre anni di distanza dall’ultimo “Nuvola Numero Nove TOUR” (2014) e a due dal suo ultimo live show, “Plurale Unico” (2015), serata evento che lo aveva visto festeggiare i suoi 25 anni di straordinaria carriera discografica in uno spettacolo corale insieme ai grandi nomi della musica italiana.

Tra sperimentazioni e arrangiamenti inediti, “La fortuna che abbiamo Tour” ripercorrerà 25 anni di canzoni di Samuele Bersani in 11 esclusive date nei grandi teatri italiani. Da “Giudizi Universali” a “Chicco e Spillo”, da “Coccodrilli” a “Spaccacuore”, fino ad arrivare a “Psyco” ed “En e Xanax”, nel nuovo tour ritroveremo emozionanti versioni live dei brani che hanno reso Samuele uno dei cantautori più apprezzati in Italia.

È uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con tre Targhe Tenco.

Vi aspettiamo! A richiesta possibilita’ di taxi privato

Samuele Bersani in concert

Not be long now to the live return of Samuele Bersani. From next February 21 (from Rome), the artist will be back in concert in major Italian cities with “Luck that we tour,” the new tour produced by F & P Group, which takes its name from the last artist recording project, released last June and since its debut at the top of the charts.

Dates:
October 14 Padova, Gran Teatro Geox – POSTPONED AT February 25
October 15, Bologna, Teatro The Celebrations – POSTPONED TO MARCH 15
October 18 Bergamo, Creberg Theatre – POSTPONED AT February 23
October 21 Milan, Teatro degli Arcimboldi – POSTPONED AT February 27
October 23 Rome, Auditorium Parco della Musica – POSTPONED AT February 21
October 25 Florence, Teatro Puccini – POSTPONED AT March 12
October 28 Bari, Palace Theatre – POSTPONED AT March 4
October 29 Cosenza, Teatro Rendano – POSTPONED AT March 7
October 31 Catania, Teatro Metropolitan – POSTPONED TO 6 March
November 5 Torino, Teatro Colosseo POSTPONED AT 1 March
November 7 Genoa, Politeama – POSTPONED AT March 14
February 16, Fermo, Aquila Theatre

A highly anticipated return comes three years after the last “Cloud Number Nine TOUR” (2014) and to two of his last live show, “Plural Unico” (2015), evening event that saw him celebrate his 25 years extraordinary recording career in a choral performance with the great names of Italian music.

Between experimentation and new arrangements, “Luck that we tour” we will retrace 25 years of Samuele Bersani songs in 11 exclusive dates in major Italian theaters. From “Judgments” to “Chicco e Spillo”, as “Crocodiles” to “Spaccacuore”, until you get to “Psycho” and “En and Xanax”, the new tour will meet exciting live versions of the songs that have made it one of Samuel songwriters most appreciated in Italy.

It is one of the artists with the most number of awards from the Club Tenco, with three Targa Tenco.
We  expect you! On request possibility ‘of private taxi

onorateilviletour-897x1024Onorate il Vile Tour 2017

I Marlene Kuntz a Roma dopo venti anni suonano Il Vile

La scelta di esibirsi in club simili a quelli in cui suonavano vent’anni fa è proprio per restituire al pubblico il sapore degli anni in cui si esibivano su e giù per l’Italia.

Saranno a Roma con il nuovo tour che celebra un loro disco di inizio carriera, il loro secondo album pubblicato esattamente venti anni fa: Il Vile. Dopo aver festeggiato Catartica nel 2014 con un disco e tante date soldout, dopo essersi cimentati in vari tour nei teatri, sonorizzazioni di film muti, sperimentazioni nei più diversi formati e con le più diverse attitudini, performance con un corpo di ballo, incontri solitari di Cristiano Godano, oltre che in centinaia di concerti nei club e nei festival estivi, hanno ascoltato la richiesta che i fan, con tutti i mezzi disponibli dai social alle email, gli hanno fatto arrivare a gran voce: riascoltare Il Vile dal vivo in un tour. Così, i Marlene Kuntz a Roma suonano Il Vile, in un concerto che sa di anni Novanta, ma che traccia anche un filo rosso lungo la loro lunga carriera. Nessuna motivazione nostalgica all’origine, ma la consapevolezza e lo stimolo gioioso di poter portare in giro per l’Italia un altro pezzo importante di storia del rock italiano degli anni Novanta, rispettato dal pubblico più intransigente, amato da molti che a quel periodo guardano ancora con ammirazione e vagheggiato dai più giovani che non lo hanno vissuto perchè, appunto, troppo giovani. A completare la scaletta del tour, oltre agli undici pezzi del disco, i Marlene Kuntz suoneranno brani tratti da Lunga Attesa, il loro disco del 2016 che molto ha a che fare per le atmosfere e per i suoni con il mondo evocativo del Vile, tracciando un ideale tratto unificatore, affascinante e chiarificatore del percorso dei Marlene Kuntz. –

“Quando scrivemmo la canzone che dette il titolo anche al disco, il comportamento della viltà era ascrivibile all’io narrante e alla sua incapacità di assumersi determinate responsabilità. L’urlo “Onorate il vile” era il gesto estremo e disperato del vile stesso, in cerca di assoluzione. Con pari enfasi, glaciale e ironica, l’urlo che usiamo ora per dare il titolo al tour è il gesto patetico dei vili di oggi, che in epoca di schermi luminescenti dietro i quali ringhiare come leoni non visti, non hanno il coraggio di dire vis a vis ciò che realmente si pensa di chi (non) si affronta.”

Gio, 09/02/17, 22.00 Teatro Quirinetta
Via Marco Minghetti, 5, 00187 ROMA

A richiesta servizio taxi privato

The MARLENE KUNTZ IN ROME AFTER TWENTY YEARS RINGING THE VILE
The choice of performing in clubs similar to those in which they played twenty years ago is just to return to the public the flavor of the years in which they performed up and down Italy.
They will be in Rome with the new tour celebrating their starting career record, their second album released exactly twenty years ago: The Vile. After celebrating Catartica in 2014 with a disc and so many sold-out dates, after having ventured into various tours in the theaters, soundtracks to silent films, experiments in various formats and with different attitudes, performance with a dance troupe, meetings solitaire Cristiano Godano, as well as hundreds of concerts in clubs and festivals in the summer, they listened to the request that the fans, by all means AVAILABLE from social to emails, they did arrive in a loud voice: listen to the live Vile on a tour . So, Marlene Kuntz in Rome play The Vile, in a concert that smacks of the nineties, but it also draws a common thread throughout their long career. No nostalgic motivation at the origin, but the knowledge and joyful stimulus could bring in around Italy is another important piece of the history of the Italian rock of the nineties, respected by most uncompromising public, loved by many at that time look even with admiration and cherished by young people who have not lived because, in fact, too young. Rounding out the lineup of the tour, in addition to the eleven pieces of the disc, Marlene Kuntz will perform excerpts from Long Wait, their 2016 album that a lot has to do for the atmosphere and the sounds with the evocative world of Vile, tracing an ideal stretch-breaking, fascinating and enlightening the path of Marlene Kuntz. –

“When we wrote the song that gave the title also to the disc, the cowardly behavior was attributed to the ego narrator and its inability to take on certain responsibilities. The Scream “Honor the vile” was extreme and desperate gesture of the base itself, in search of absolution. With equal emphasis, glacial and ironic, the cry that we use now to give the title of the tour is the pathetic gesture of today’s vile, that in the era of luminescent screens behind which growl like lions not seen, have not the courage to say vis a vis what you really think about (not) we face. ”

Thu, 09/02/17, 22.00 Theatre Quirinetta
Via Marco Minghetti, 5, 00187 ROMA

On demand private taxi service
Google Traduttore per il Business:Translator ToolkitTraduttore di siti webStrumento a supporto dell’export

palasport2017-990x6601Concerti di Ligabue a Roma

Luciano Ligabue nato a Correggio in provincia di Reggio Emilia è senza ombra di dubbio uno dei più grandi cantanti italiani, non solo del momento, ma di tutti i tempi.
A 20 anni di carriera discografica è sempre sulla cresta dell’onda, ed ogni suo album e concerto è un successo, tutti i suoi brani entrano immediatamente nelle classifiche nazionali. I suoi concerti sono rimasti memorabili, tra i più belli della musica italiana di tutti i tempi.

Il calendario completo e aggiornato del “MADE IN ITALY TOUR – PALASPORT 2017” prevede queste date a Roma

03/02 ROMA PalaLottomatica (biglietti evento fb)
04/02 ROMA PalaLottomatica (biglietti – evento fb)
06/02 ROMA PalaLottomatica (biglietti – evento fb)
07/02 ROMA PalaLottomatica (biglietti– evento fb)
10/02 ROMA PalaLottomatica (biglietti – evento fb)

INFO PREVENDITE
– Biglietti disponibili ora su TicketOne
– Biglietti disponibili nei punti vendita autorizzati (trova il più vicino a te)

INFO DISABILI
PRIMA di acquistare il biglietto, gli spettatori diversamente abili che intendono assistere ai concerti, sono cortesemente pregati di leggere le modalità di acquisto e prenotazione dei posti a loro riservati.

INFO BAMBINI
PRIMAdi acquistare il biglietto per i bambini siete cortesemente pregati di leggere attentamente l’informativa a riguardo.

NOTA INFORMATIVA
Anche per questo tour gli organizzatori confermano la totale distanza dal “secondary ticketing market”, contro cui da sempre sono schierati in prima linea: un mercato di biglietti parallelo a quello autorizzato, fortemente attivo su internet, che offre in vendita biglietti non autorizzati e maggiorati ingiustificatamente per multipli del prezzo ufficiale, alimentando un vero e proprio mercato parallelo ed oneroso a danno del consumatore. Claudio Maioli (Riservarossa) e Ferdinando Salzano (F&P Group) invitano il pubblico a non acquistare biglietti fuori dai circuiti di vendita autorizzati per evitare l’elevato rischio di incorrere in prezzi maggiorati, biglietti falsi e non validi e per evitare di alimentare questa annosa piaga che crea un grosso disagio al pubblico e alla musica dal vivo.
Gli organizzatori si riservano il diritto di negare l’ingresso all’evento ai possessori di biglietti che, a loro insindacabile giudizio, saranno considerati di provenienza da rivenditori non autorizzati o comunque irregolari ed il possessore del titolo d’accesso irregolare potrà essere denunciato alle Autorità competenti per incauto acquisto o truffa ai danni del circuito di vendita e dell’Organizzatore dell’evento. Si ricorda che la legge punisce i fabbricanti ed i venditori di biglietti falsi.
SITI e PUNTI VENDITA NON AUTORIZZATI ALLA VENDITA

A richiesta possibilita’ di taxi privato

Luciano Ligabue was born in Correggio in the province of Reggio Emilia is without doubt one of the greatest Italian singers, not only of time but of all time.
A 20-year recording career is on the cutting edge, and every album and the concert is a success, all his songs come immediately in the national rankings. His concerts were memorable, the most beautiful of Italian music of all time.

The complete schedule and updated the “MADE IN ITALY TOUR – PALASPORT 2017” provides these dates in Rome

03/02 ROME PalaLottomatica (tickets – event fb)
04/02 ROME PalaLottomatica (tickets – event fb)
06/02 ROME PalaLottomatica (tickets – event fb)
07/02 ROME PalaLottomatica (Ticket event fb)
10/02 ROME PalaLottomatica (tickets – event fb)

ABOUT PRE
– Tickets available now on TicketOne
– Tickets available at authorized outlets (located nearest to you)

ABOUT DISABLED
PRIMAdi buy the ticket, spectators with disabilities wishing to attend the concerts, are kindly requested to refer to the conditions of purchase and reservation of seats reserved for them.

ABOUT CHILDREN
PRIMA di buy the ticket for children are kindly requested to carefully read the information about it.

INFORMATIVE NOTE
Also for this tour organizers confirm the total distance from the “secondary ticketing market”, against which always are in the forefront: a market of parallel tickets to that authorized, highly active on the internet, offering to sell unauthorized tickets and increased unjustifiably for multiples of the official price, fueling a real parallel market and onerous to the detriment of the consumer. Claudio Maioli (Riservarossa) and Ferdinando Salzano (F & P Group) invite the public not to buy tickets outside the sales circuits allowed to avoid the high risk of higher prices, fake tickets and not viable and to avoid feeding this age-old scourge which creates a huge inconvenience to the public and live music.
The organizers reserve the right to refuse admission to the event to ticket holders who, at their sole discretion, will be considered from non-authorized dealers or otherwise irregular and the possessor of the lack of proper access security it may be reported to the Authority responsible for imprudent purchase or fraud against the sales circuit and the Organizer of the event. Please note that the law punishes the manufacturers and sellers of fake tickets.
SITES and STORES NOT AUTHORIZED TO SELL

On request possibility ‘of private taxi

maestrodihartfordvasidifioriefruttasutavolo_hartfordwadsworthatheneummuseumofartallenphillips-kmmd-u43240995702960lbg-1224x916corriere-web-roma_MASTER-593x443Caravaggio e il Maestro di Hartford: l’origine della natura morta in Italia :
Galleria Borghese
dal 16-11-2016 al 19-02-2017

La mostra: dopo sei anni torna a Roma anche la celebre «Canestra», primo esempio di un genere destinato a diventare di gran moda nella Roma del Seicento.

Una mostra in uno dei più straordinari musei del mondo — la Galleria Borghese — su un pittore… mai esistito. Non è uno scherzo. Perché come è noto il cosiddetto Maestro di Hartford — al quale è appunto intitolata l’antologica inaugurata il 15 novembre, L’origine della natura morta in Italia – Caravaggio e il Maestro di Hartford — è in realtà una formula di comodo con cui storici dell’arte, in mancanza di autografie indiscutibili o verificabili con oggettività documentaria, sono soliti indicare la produzione di uno o (assai più probabilmente) più pittori. Nomi convenzionali, riferibili talvolta, non sempre, alla località in cui si trova un certo tal quadro, come è il caso appunto dell’olio in mostra Vasi di fiori e frutta su tavolo, celebre e bellissimo dipinto del Wadsworth Atheneum Museum of Art di Hartford.

Misteri irrisolti: le identità (una? tante?) degli autori dei quadri

Da tanti decenni ormai si dibatte sulle possibili identità dei vari Maestri. Quello di Hartford, il cosiddetto Maestro della fiasca di Forlì, il Maestro delle mele rosa, il Pensionante del Saraceni, il Maestro del Vasetto e via elencando (c’è addirittura un Maestro della natura morta Acquavella, che deve il suo, di nome, a un mercante di New York!). Tutti name-pieces piuttosto suggestivi, ma che denunciano la sempiterna difficoltà di attribuzioni certe proprio nel genere che questa esposizione indaga: la pittura di natura morta nel primo Seicento e la lezione di Caravaggio. Anzi, per la precisione, il contesto romano della fine del XVI secolo e gli sviluppi della pittura caravaggesca nei primi tre decenni del ’600.

Una mostra facilitata dalla presenza di due opere-chiave di Caravaggio in collezione, il Bacchino malato e il Ragazzo con canestra di frutta e che torna a far vedere a Roma, dopo sei anni, anche un altro celebre capolavoro del Merisi, la Canestra in arrivo dalla Biblioteca Ambrosiana di Milano, tradizionalmente indicato come il primo quadro che conferisca a un brano di natura ritratto dal vero la medesima dignità formale e interpretativa riservata fino allora ai soggetti di figura, di storia sacra o mitologica.

Quaranta opere esposte, con qualche capolavoro

Per molto tempo, ancora negli anni successivi, la natura morta fu considerata dagli stessi artisti un genere secondario. Per questo non le firmavano mai. Per questo oggi i tanti problemi e quel festival attribuzionistico che continua, non privo, a volte, di effetti sul mercato. Quaranta in tutto le opere qui esposte, e tra queste qualche capolavoro (Caravaggio a parte). Ché se restano aperti i problemi classificatori e d’identità certa degli artisti, è pur vero che quella della natura morta nei primi trent’anni del Seicento a Roma fu una stagione straordinaria, con dipinti d’altissimo tenore formale, forse tra le più belle realizzazioni naturalistiche mai eseguite, almeno in Italia.

Caravaggio and the Master of Hartford: the origin of the still life in Italy:
Borghese Gallery
from 11/16/2016 to 19/02/2017

The exhibition: After six years back in Rome the famous “Canestra”, the first example of a kind likely to become all the rage in the seventeenth century Rome.
An exhibition in one of the most extraordinary museums in the world – the Galleria Borghese – on a painter … ever existed. It’s not a joke. Because as it is known the so-called Master of Hartford – which is precisely called the retrospective inaugurated on November 15, The Origin of the still life in Italy – Caravaggio and the Master of Hartford – is actually a convenient formula by which historians ‘art, in the absence of indisputable autografie or verifiable by documentary objectivity, are used to indicate the production of one or (far more likely) more painters. Conventional names, referring sometimes, not always, at the location where there is a certain framework such as is the case with oil on display vases of flowers and fruit on the table, the famous and beautiful painting of the Wadsworth Atheneum Museum of Art in Hartford .
An exhibition facilitated by the presence of two key works by Caravaggio in the collection, the Sick Bacchus and the Boy with a Basket of Fruit and who returns to see in Rome, after six years, also another famous masterpiece by Caravaggio, the Basket arriving the Biblioteca Ambrosiana in Milan, traditionally referred to as the first framework entrusting a piece of nature portrait from life the same formal and interpretative dignity reserved until then to those of figure, sacred or mythological history.
Google Traduttore per il Business:Translator ToolkitTraduttore di siti webStrumento a supporto dell’export
Informazioni su Google TraduttoreCommunityPer cellulariTutto su GooglePrivacy e TerminiGuidaInvia commenti

Info

Galleria Borghese, fino al 19 febbraio. Piazzale Scipione Borghese 5, tel. 06.8413979, www.galleriaborghese.beniculturali.it. Catalogo: Skira. Orari: da martedì a domenica 9-19, ultimo ingresso ore 17. Visite regolamentate

14359177_1269619696435247_4364052410848516037_n

Dal 29 settembre 2016 al 19 febbraio 2017 il Chiostro del Bramante di Roma ospita LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore, a cura di Danilo Eccher.

Il Chiostro del Bramante festeggia i suoi 20 anni di attività con una mostra dal carattere internazionale.

Una novità assoluta e imperdibile nel panorama delle proposte culturali capitoline degli ultimi anni che si candida a riportare la città di Roma in linea agli stessi livelli delle più stimate realtà espositive internazionali. Per la prima volta saranno riuniti tra i più importanti artisti dell’arte contemporanea dei quali saranno esposte circa 40 opere dai linguaggi fortemente esperienziali, fra cui installazioni di grandi dimensioni, realizzate da protagonisti del contemporaneo quali Yayoi Kusama, Andy Warhol, Tom Wesselmann, Gilbert & George, Robert Indiana,Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Marc Quinn e molti altri “,adatte a coinvolgere il pubblico attraverso molteplici sollecitazioni.

L’arte incontra l’amore.

L’esposizione romana intende affrontare uno dei sentimenti universalmente riconosciuti e da sempre motivo d’indagini e rappresentazioni, l’Amore, raccontandone le diverse sfaccettature e le sue infinite declinazioni. Un amore felice, atteso, incompreso, odiato, ambiguo, trasgressivo, infantile, che si snoda lungo un percorso espositivo non convenzionale, caratterizzato da input visivi e percettivi.

Love va oltre il concetto di museo.

Il vero protagonista della mostra è il pubblico che si riappropria degli spazi espositivi, divenendo fruitore e divulgatore allo stesso tempo, avendo la possibilità di fotografare liberamente tutte le opere esposte (hashtag ufficiale #chiostrolove). Un coinvolgimento sensoriale a 360° caratterizza l’esperienza museale, abbracciando il concetto di ‘open access’ e di museo in continua evoluzione.

Inoltre, in coerenza con il progetto scientifico voluto dal DART Chiostro del Bramante, il visitatore potrà vivere un’ esperienza di guida attiva assolutamente fuori dal comune, scegliendo per la prima volta tra 5 “partner audio”: John, Coco, Amy, David e Lilly saranno gli speciali compagni di viaggio, a seconda del tipo di esperienza che si vuole intraprendere, che racconteranno le opere esposte e aiuteranno il pubblico ad apprezzare le emozioni in esse contenute. Le audioguide sono state realizzate dalla Zeranta Edutainment s.r.l. società specializzata nell’educational ed entertainment.

Artisti presenti: Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Nathalie Djurberg e Hans Berg, Tracey Emin, Gilbert & George, Robert Indiana, Ragnar Kjartansson, Yayoi Kusama, Mark Manders, Ursula Mayer, Tracey Moffatt, Marc Quinn, Joana Vasconcelos, Francesco Vezzoli, Andy Warhol, Tom Wesselmann.

From 29 September 2016 to 19 February 2017 Cloister of Bramante in Rome hosts LOVE. Contemporary art meets the love, curated by Danilo Eccher.

The Cloister of Bramante is celebrating its 20th anniversary with an exhibition by international character.
And an absolute must-see novelty in the Capitoline cultural proposals of recent years that is a candidate to bring the city of Rome on-line at the same level of the most respected international exhibition reality. For the first time they will be gathered among the most important contemporary artists of which will be exhibited 40 works by highly experiential languages, including large installations by contemporary players such as Yayoi Kusama, Andy Warhol, Tom Wesselmann, Gilbert & George, Robert Indiana, Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Marc Quinn and many others “, adapted to engage the public through multiple stresses.

Art meets love.
The Roman exhibition aims to address one of the universally recognized feelings and always a source of inquiries and representations, love, telling the different facets and its infinite variations. A happy love, waiting, misunderstood, hated, ambiguous, transgressive, childish, which winds along an unconventional exhibition, featuring visual and perceptual input.

 

Hashtag Ufficiale #chiostrolove


Informazioni e prenotazioni
T. +39 06 915 19 41
ufficiogruppi@arthemisia.it

Informazioni didattica
didattica@arthemisia.it
T. +39 06 915 110 55

Donwload Attività per le Scuole : https://goo.gl/mDJdOM

Orario apertura
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00
(la biglietteria chiude un’ora prima)

 


 

castel-sant-angelo-300x225

Roma, riapre la pista di pattinaggio sul ghiaccio davanti a Castel Sant’Angelo
La pista di pattinaggio a Castel Sant’Angelo è aperta tutti i giorni con orario no stop dalle ore 10.00 alle ore 24.00 e fino a mercoledì 25 gennaio. Il costo del biglietto intero è di 9 euro.

A Castel Sant’Angelo, uno dei luoghi più suggestivi di Roma, riapre la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Fino al 25 gennaio le famiglie, i ragazzi e i turisti che passeggiano per le strade della Capitale, potranno divertirsi a pattinare. La manifestazione “Natale a Roma”, organizzata e ideata dall’associazione ‘Il Faro’, si svolge su circa 800 metri quadrati e negli anni scorsi ha fatto registrare circa 50mila presenza in totale. Per l’edizione 2016/2017 ci sarà un fitto calendario di appuntamenti: esibizioni di pattinatori professionisti, giochi e intrattenimenti per i più piccoli, iniziative di solidarietà e progetti con le scuole.

Costi e orari della pista di pattinaggio
La pista di pattinaggio a Castel Sant’Angelo è aperta tutti i giorni con orario no stop dalle ore 10.00 alle ore 24.00 e fino a mercoledì 25 gennaio. Il costo del biglietto intero è di 9 euro, ma per i bambini al di sotto dei 14 anni accompagnati da adulti il costo è di 7 euro. Il biglietto è valido per un turno da 55 minuti a persona.

Castel Sant’Angelo detto anche Mausoleo di Adriano, anche sede del Museo  Nazionale, è un monumento di Roma, situato sulla sponda destra del Tevere di fronte al pons Aelius (attuale ponte Sant’Angelo), a poca distanza dal Vaticano, nel rione di Borgo; è collegato allo Stato del Vaticano attraverso il corridoio fortificato del “passetto“. Il castello è stato radicalmente modificato più volte in epoca medievale e rinascimentale. Proprietà del MIBACT, il Museo nel dicembre 2014 è entrato a far parte del Polo Museale del Lazio.

Come raggiungere Castel Sant’Angelo:

Rome, reopen the ice rink in front of Castel Sant’Angelo
The ice rink in Castel Sant’Angelo is open daily with hours non-stop from 10.00 to 24.00 and until Wednesday, January 25th. The cost of the ticket is € 9.

At Castel Sant’Angelo, one of the prettiest spots in Rome, reopens the skating rink. Until January 25, the families, the children and tourists who stroll the streets of the capital, will love to skate. The event “Christmas in Rome”, conceived and organized by the association ‘The Lighthouse’, takes place on approximately 800 square meters, and in recent years has recorded about 50 thousand presence in total. For the 2016/2017 edition there will be a full calendar of events: professional skaters performances, games and entertainment for children, charitable initiatives and projects with schools.

Costs and schedules of the ice rink
The ice rink in Castel Sant’Angelo is open daily with hours non-stop from 10.00 to 24.00 and until Wednesday, January 25th. The cost of the ticket is € 9, but for children under 14 accompanied by adults the cost is 7 euro. The ticket is valid for one round from 55 minutes per person.

Castel Sant’Angelo also called Hadrian’s Mausoleum, also home to the National Museum, is a monument of Rome, located on the right bank of the Tiber in front of the pons Aelius (today Ponte Sant’Angelo), not far from the Vatican, in the district of Village; It is connected to the Vatican State through the fortified corridor of the “small step”. The castle was radically changed many times in medieval and renaissance eras. MIBACT of the property, the Museum in December 2014 joined the Museums of Lazio.

How to reach Castel Sant’Angelo:

Tram 19 (Fermata Piazza Risorgimento – capolinea)
Autobus 23, 34, 271, 982 (fermata di Via di Porta Castello)
40 (capolinea Piazza Pia)
280 (fermata Piazza Adriana)
62 (capolinea Borgo S. Angelo)
49 (festivo), 87, 926, 990 (capolinea Piazza Cavour oppure fermata Via Crescenzio)
32, 81, 590 (capolinea Piazza Risorgimento)
Metro Linea A – fermata Ottaviano-San Pietro – fermata Lepanto

search searchManca poco per quella che sarà, per davvero, L’ultima notte insieme dei Pooh. La location prescelta per il concerto del 30 dicembre, che li vedrà suonare fino all’ultimo minuto di questo anno così speciale, è Bologna, la città in cui la band è nata cinquant’anni fa.Per l’occasione il concerto verrà quindi trasmesso eccezionalmente in diretta via satellite in 200 sale cinematografiche italiane. Un concerto evento per permettere a tutti i fan di assistere alla grande festa finale.Da gennaio a oggi concerti, apparizioni televisive e serate speciali, Sanremo, stadi e palazzetti, un album celebrativo in formati pensati per ogni tipo di fan, un dvd, canzoni riarrangiate di nuovo in radio.

Cinquant’anni di storia all’interno della musica italiana non sono pochi. E i Pooh sono gli unici ad aver raggiunto un traguardo temporale così lungo. Hanno cambiato formazione, dal fondatore Valerio Negrini alla batteria, a Red Canzian arrivato nel 1973 in sostituzione a Riccardo Fogli che scelse la carriera solista, a quella che oggi è la Reunion di una band composta da cinque elementi che ha segnato e percorso la musica italiana portandosi dietro fan di ogni età. Oggi ci sono i nonni e i nipoti, genitori e figli a seguirli. A far quello che fa di solito la musica senza tempo: unire le generazioni.I Pooh sono la band che ha sempre fatto parlare di sé, sono la voce potente e perfetta di Roby Facchinetti, lo sguardo di Riccardo Fogli, la chitarra di Dodi Battaglia, l’estro di Red Canzian, la creatività di Stefano D’Orazio. Sono il ricordo di Valerio Negrini, fondatore, autore, sesto Pooh da sempre e per sempre con loro. Sono quelli che, quest’anno più che mai, hanno riempito pagine di giornali e spalti, a sottolineare che dal 30 dicembre in poi la musica italiana avrà un grande pezzo in meno.

Ci sono ancora poche date, per vederli dal vivo l’ultima volta e una di queste poche occasioni sara’ il 20 dicembre al Palalottomatica di Roma.

Possibilita’ di navetta privata per raggiungere il Palalottomatica.

Vi aspettiamo numerosi.

van-gogh-alive4Van Gogh Alive – The Experience Roma viaggio nelle opere del pittore olandese

Dal 25 ottobre 2016 arriva presso lo spazio del Palazzo degli Esami a Roma la grande mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience dedicata al grande pittore olandese che, con il suo stile unico e inconfondibile, ha gettato le basi dell’arte moderna.Autore di quasi 900 dipinti e più di mille disegni, senza contare i numerosi schizzi non portati a termine, fu tanto geniale quanto incompreso in vita, van Gogh influenzò profondamente l’arte del XX secolo. Dopo aver trascorso molti anni soffrendo di frequenti disturbi mentali, morì all’età di 37 anni per una ferita da arma da fuoco, molto probabilmente auto-inflitta

Nella mostra vengono esplorate la vita e le opere di Vincent van Gogh nel periodo che va dal 1880 fino al 1890.

Fotografie e video, combinate alle opere di Van Gogh, vi mostreranno le sue fonti di ispirazione.

Sincronizzate con una potente colonna sonora, più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creeranno un allestimento elettrizzante che riempirà schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento, immergendovi completamente nei colori vibranti e nei dettagli intensi che caratterizzano lo stile unico di Van Gogh.

La mostra utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Grandi immagini, nitide e cristalline, così reali da desiderare di toccarle con mano, illuminano schermi e superfici che esaltano l’originalità dello spazio espositivo e si accompagnano a delle musiche di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Satie, Saint-Saëns, Godard, Handel.

Van Gogh Alive – The Experience Roma biglietti
Intero: € 15,00
Ridotto 6-12, studenti, over 65, disabili*: € 12,00
Bambini sotto i sei anni: gratuito (accompagnati da un famigliare)

Ridotto gruppi: € 10,00 + prevendita € 1,00
Ridotto scuole: € 6,00 + prevendita € 1,00

Van Gogh Alive – The Experience Roma
dal 25 ottobre al 31 dicembre 2016
Palazzo degli Esami
via Girolamo Induno, 4
00153 Roma – Italy

Orari d’apertura

Dal Lunedì al Giovedì 10.00 – 20.00
Venerdì e Sabato 10.00 – 23.00
Domenica 10.00 – 21.00“

 

 

 

 

 

 

1234